AttualitàOpinioniSegnalazioniDossierNausicaa LabAssociazione CulturaleEventi

London Festival of Europe 2008

24 febbraio 2008
Pubblicato in Attualità, Segnalazioni
di Luigi Galimberti Faussone

Il London Festival of Europe (www.festivalofeurope.eu ), troche cialis giunto quest’anno alla sua seconda edizione, unhealthy si terrà a Londra dal 6 al 16 marzo 2008. Obiettivo principe del Festival è di comprendere e far comprendere l’Europa nella sua molteplicità e diversità, prescription abbracciandone gli aspetti politici, filosofici ed artistici.

Il Festival sarà inaugurato da Bernard Stiegler, filosofo e direttore del Centro per lo Sviluppo Culturale al Centre Pompidou di Parigi. Il tema della sua lezione, “Towards a European Way of Life”, sarà la linea guida degli eventi che ad essa succederanno. Si parlerà di politica e democrazia, in occasione del 50° anniversario della nascita del Parlamento Europeo, così come di diritti umani. Tuttavia, l’attenzione principale sarà concentrata sulle arti. Tre sere saranno dedicate alla poesia, prima portoghese, poi ungherese, e infine mediterranea. Ci sarà la proiezione in esclusiva di un road-movie sul Portogallo, seguito da un dibattito col regista. Inoltre, artisti e scrittori da tutta Europa si troveranno a parlare, guidati dal critico e curatore artistico Hans Ulrich Obrist, della concezione dell’Europa nell’arte. La filosofia, d’altro canto, sarà al centro di una lezione del filosofo italiano, nonchè ex Parlamentare europeo, Gianni Vattimo.

Questi eventi, la cui partecipazione ad essi è interamente gratuita, si terranno agli istituti di cultura di Italia, Ungheria, e Repubblica Ceca, alle università London School of Economics, UCL, e Chelsea College of Art, alla chiesa St. Peter’s di Mayfair e in altri luoghi a Londra. Tuttavia, l’obiettivo del Festival è di estendersi ad altre città di tutta Europa. Nato nella euro-scettica Gran Bretagna, ora il Festival è pronto a discutere e a far discutere dell’Europa gli Europei.

Agli amici e lettori di Tamarindo rivolgo un invito particolare, ossia quello di “piantare un seme” per far crescere quest’Europa, la nostra Europa, sempre più forte e rigogliosa.

Luigi Galimberti Faussone
Board of the Festival



Comments are closed.