AttualitàOpinioniSegnalazioniDossierNausicaa LabAssociazione CulturaleEventi

Slam X – Bombe di carta su Milano

18 dicembre 2010
Pubblicato in Segnalazioni
di Chiara Francesca Albanesi

Sarà un week-end d’ossigeno per Milano quello del prossimo 18 e 19 dicembre. In programma una due giorni di cultura, cialis quella aperta, sickness viva, resistente. Musica, parole, immagini, un alternarsi sul palco di musicisti, scrittori, attori e disegnatori, dieci minuti a testa. Un fiume in piena chiamato Slam X, organizzato dalla case editrice Agenzia X  presso il Cox 18, fulcro storico dell’attivismo milanese.

“Per fare rivoluzione servono belle parole” era la frase con cui si presentava la scorsa e prima edizione. Sono passati dodici mesi, qualcosa sembra proprio iniziato: è più che calzante accompagnarlo con storie, suoni, voci, che siano armi non violente sì, ma mai pacifiche, delle vere “bombe di carta”, specie se lo sguardo è ancora sulla Roma della fiducia.

Produrre cultura in Italia è oggi inevitabilmente un atto politico di resistenza, che sia  consapevole o meno; se costruita in maniera indipendente, autoprodotta poi, lo è ancora di più. La resistenza di chi lavora con passione e qualità nonostante i tagli dei finanziamenti, nonostante il labirinto di speculazione burocratica della Siae, i contratti inesistenti che poi “se riesci a farmelo gratis è meglio, sai, con ’sta crisi”. È opporre idee, novità e dibattito alle compravendite stagnanti dei palazzi, ai dirigenti politici che in nome della propria privacy e della democrazia tentano d’incarcerare l’informazione.

Slam X è la proposta di andare controcorrente in un Paese alla deriva e mettere la cultura prima di tutto, scopo finale e punto di partenza, per la molta strada da fare per salvare l’Italia. Il sabato dalle 21 fino a notte fonda, mentre la domenica dalle 14 con il mercatino dell’editoria indipendente e in conclusione una reading dedicata a Majakovskij, al 18 di via Conchetta passerà gente come Manuel Agnelli degli Afterhours e Giovanni Gulino di Marta sui tubi, Valerio Mastandrea, i disegnatori Elfo, Matteo Guarnaccia e Davide Toffolo, gli autori Aldo Nove, Gianni Biondillo, Alan D. Altieri, Piero Colaprico, Pap Khouma, Piersandro Pallavicini, Chiara Valerio, Fabio Viola e, si spera, voi.



Comments are closed.